San Pietroburgo

San Pietroburgo

San Pietroburgo per dimensioni e popolazione, con più di 5 milioni di abitanti è la seconda città della Russia e è la terza città europea, nonché il porto più importante della Russia. La città fu fondata dallo zar Pietro I (1672-1725) sulle rive del fiume Neva. Il territorio dove oggi si trova San Pietroburgo in passato apparteneva ad un'area russa, dal IX secolo faceva parte della repubblica di Novgorod. Nel epoca medievale per la Neva passava una strada fluviale che collegava La Scandinavia con Bisanzio. Nel XV secolo le terre di Novgorod furono integrate a Mosca.

Nel 1617 dopo una sconfitta nella guerra russo - svedese (1613-1617) il territorio passò alla Svezia. Alla fine del XVI secolo lo zar PietroI per riconquistare il territorio e di aprire lo sbocco sul Mar Baltico entrò in guerra contro la Svezia che durò 21 anni (1700-1721) nota come Guerra del Nord. Tre anni dopo l’inizio della guerra, il 27 maggio del 1703, sull’isola delle Lepri (si trova sul delta della Neva) fu fondata la fortezza dei Santi Pietro e Paolo, e questa data è considerata la data della fondazione della città.

Nel 1712 su volontà di Pietro il Grande a San Pietroburgo da Mosca fu trasferita la capitale del paese. Pietro II (1727-1730) riportò la capitale a Mosca, da dove fu nuovamente trasferita a San Pietroburgo dall'imperatrice Anna Ivanovna (1730-1740). Il nome della città cambiò qualche volta. Dallo zar fondatore nel 1703 la città fu chiamata San Pietroburgo - in onore del apostolo San Pietro che aveva dovuto essere il protettore della nuova città. Dopo l’inizio della Prima Guerra Mondiale nel 1914, a seguito di un'ondata di patriottismo, il nome della città fu cambiato in Petrograd, molto più "russo". Dopo la morte di Lenin nel 1924 la città assunse il nome di Leningrado. Nel 1991 a seguito del referendum la città prese il suo nome storico San Pietroburgo.

La città si trova su alcune isole, adesso ne contiamo 42. Nella città ci sono circa 93 fiumi e canali con la lunghezza totale di circa 300 km. Per questo motivo San Pietroburgo è conosciuta come “Venezia del Nord”, nell’epoca di Pietro I, invece, era piuttosto Amsterdam del Nord, perchè gli piaceva molto la capitale olandese, e proprio Amsterdam diede allo zar l’idea di una città sui canali. San Pietroburgo era la capitale della Russia dal 1712 al 1918 per questo proprio qui ci furono le rivoluzioni russe.

Dopo la rivoluzione d’Ottobre del 1917 che capovolsero la situazione politica in paese e il potere passò ai bolscevichi. Durante la Seconda Guerra Mondiale nota in Russia come la Grande Guerra Patriottica, Leningrado fu assediato del’esercito tedesco. L’assedio durò dal settembre del 1941 al gennaio del 1944. Più di 1 200 000 persone morirono a causa dei bombardamenti, della fame e delle malattie. Dopo la guerra Leningrado fu ricostruita e riprese a vivere. Attualmente a San Pietroburgo l'architettura storica dal centro della città, in maggior parte costituita da edifici barocchi e neoclassici del XVIII e XIX secolo è stata in gran parte conservata.

Dal 1991 il centro storico di San Pietroburgo e i relativi gruppi di monumenti sono stati elencati dall'UNESCO come patrimonio dell'umanità. Seconda città più grande della Russia, San Pietroburgo è il fulcro culturale del paese. Nella città ci sono 221 musei, 2000 biblioteche, più di 80 teatri, 100 organizzazioni concertistiche, 45 gallerie e sale espositive, 62 cinema e circa 80 altri istituti culturali. Ogni anno la città ospita circa 100 festival e vari concorsi di arte e cultura.


San Pietroburgo

Info generali


Teatri di San Pietroburgo

Teatri

Teatri di San Pietroburgo
Teatro Mariinskiy è il teatro lirico e di balletto .Uno dei teatri più importanti della Russia e d’Europa ed è il più famoso ed importane di San Pietroburgo. L’edificio del teatro fu costruito per il progetto di Kavos nel 1860. Il primo spettacolo ad essere messo in scena qui fu l’opera di Glinka “Una vita per lo zar”.

Scopri di più

Metropolitana di San Pietroburgo

Metropolitana

Metropolitana di San Pietroburgo
La maggior difficoltà nella costruzione della metropolitana a San Pietroburgo è la realizzazione di scavi molto profondi per permettere il transito dei binari al di sotto del fiume Neva; infatti, la stazione situata attualmente alla quota più bassa è quella di Admiralteyskaya, che si trova a 86 metri sotto il livello stradale.

Scopri di più

Le Notti Bianche di San Pietroburgo

Notti Bianche di San Pietroburgo

Le Notti Bianche di San Pietroburgo
La maggior difficoltà nella costruzione della metropolitana a San Pietroburgo è la realizzazione di scavi molto profondi per permettere il transito dei binari al di sotto del fiume Neva; infatti, la stazione situata attualmente alla quota più bassa è quella di Admiralteyskaya, che si trova a 86 metri sotto il livello stradale.

Scopri di più